Il fondatore miliardario di Microsoft, Bill Gates, è pronto assieme alla moglie Melinda ad assumersi i costi di produzione de vaccino contro il Coronavirus, ed ha già preso contatti con alcune compagnie farmaceutiche per quanto riguarda quello che l’università di Oxford sta testando sugli essere umani. A dirlo è stato lo stesso miliardario americano in una intervista al Times, dove ha sostenuto che la sperimentazione in atto ad Oxford è “uno dei più importanti sforzi in corso”. 

“Se i loro risultati degli anticorpi saranno quelli promessi allora io e gli altri del consorzio faremo in modo che sia prodotto in maniera massiccia”, ha spiegato il fondatore di Microsoft, ormai da anni a capo della Fondazione Bill and Melinda Gates, la più ricca fondazione privata al mondo, fondata nel 2000.

La fondazione del magnate americano in particolare si adopererà per finanziare la costruzione degli impianti dove, se tutto andrà come previsto, potranno essere prodotti miliardi di dosi del vaccino da distribuire in tutto il mondo. “Fortunatamente”, ha assicurato il fondatore di Microsoft, “nessuno di quanti stanno lavorando ai vaccini si aspetta di farci soldi”.

Gates a sua moglie Melinda si sono già impegnati nel finanziamento di 100 milioni di dollari contro la pandemia. Hanno anche donato dei kit per i test del virus da fare a casa allo stato di Washington. Il magnate nelle scorse settimane aveva già annunciato il suo maxi investimento per sette potenziali candidati di vaccini. “Anche se finiremo per sceglierne al massimo due tra questi, stiamo sovvenzionando fabbriche per tutti e sette, solo per non perdere tempo nel dirci, ‘Ok, quale vaccino funziona?’, e poi costruire la fabbrica”. Il progetto basa la sua efficienza e riuscita, dunque, nella costruzione e nei test simultanei sulle diverse tipologie di vaccini, il cui sviluppo, ha detto il miliardario, potrebbe richiedere circa 18 mesi.