Non è uno sciopero della fame per qualche motivo più o meno valido ma l’ennesima trovata di Jacob Anthony Chansley, noto come Jake Angeli, lo sciamano di QAnon. Diventato il simbolo dell’assalto al Campidoglio, con il petto nudo, la pelliccia di bisonte e due corna in testa, si rifiuta di mangiare il cibo in prigione da quando è stato arrestato. Il motivo? “Non è bio”.

Il suo avvocato Gerald Williams ha riferito che il suo cliente ha una dieta ristretta ma non sa se per ragioni religiose o motivi di salute. La madre di Chansley ha spiegato ai giornalisti fuori dal tribunale che suo figlio “mangia solo cibo biologico” e “si ammala” se non lo fa.

Non mangia e rifiuta anche di parlare con i giudici. La prima udienza dopo l’arresto è stata davvero lampo e si è conclusa al momento con la conferma della detenzione per lo “sciamano” anche in considerazione dell’allarme in tutti gli Usa per nuovi disordini. All’Fbi aveva raccontato, al momento dell’arresto, di aver partecipato alla manifestazione di Washington su richiesta del presidente Trump.

“Non mi sarei mai aspettata nulla di simile — ha raccontato Martha Chansley, madre dello ‘sciamano’ — era andato a Washington per manifestare come tanti altri. Lui è un grande patriota. Sia ben chiaro che non sto giustificando alcuna violenza o vandalismo. Ci sono stati tanti, tanti altri fotografati, il modo in cui era vestito ha attirato l’attenzione su di lui”.

Nella versione della madre, il figlio non avrebbe fatto irruzione a Capitol Hill ma sarebbe semplicemente entrato da una porta già trovata aperta. Ai giornalisti la donna ha anche riferito che il figlio ha prestato servizio nella Marina militare.