Quella di QAnon è una delle teorie del complotto più complesse emerse negli ultimi anni. Alla base c’è il deep state, un potere occulto e sotterraneo, composto principalmente da personalità del Partito Democratico americano che pianificano l’assassinio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. L’attuale presidente sarebbe il protagonista di questa lotta contro il male: a incitarlo alla candidatura nel 2015 furono, sempre secondo la teoria, infatti i militari americani, che avrebbero invocato la discesa in campo del tycoon per assicurare alla giustizia il fantomatico deep state.

Il nome sta per Q Anonymous. Perché la storia nasce sulla piattaforma 4chan dove l’utente Q ha cominciato a distribuire nell’ottobre 2017 delle frasi criptiche, poi definite breadcrumbs, briciole, attraverso le quali i seguaci della dottrina vedono dei segnali, degli avvertimenti, delle premonizioni. Tra le più famose: “Calm before the storm”. La tempesta sarebbe infatti l’azione di Trump che porterà a compimento la missione contro il “deep state”.

La teoria impasta diversi altri complotti, come il Pizzagate. I nemici, membri e fiancheggiatori dello stato profondo, sarebbero i coniugi Clinton, l’ex presidente Barack Obama, il repubblicano (defunto) John McCain, e poi personaggi del mondo dello spettacolo come Lady Gaga e Mel Gibson. Secondo il complotto, il potere in questione è anche una rete di pedofili e satanisti dediti tra le altre cose alla caccia dell’adrenocromo, una sorta di elisir di lunga vita che si trova nel sangue dei bambini, per questo motivo sottoposti a torture e violenze. Nel culto di QAnon si incrociano e sovrappongono centinaia di altre teorie, che vanno tutte dall’assurdo al grottesco. Per esempio: John Fitzgerald Kennedy Jr., morto in un’incidente aereo nel 1999, sarebbe sopravvissuto e sarebbe al fianco di Trump in questa lotta contro il male. Il presidente americano in questa storia è un Q+, una sorta di profeta. Altre teorie legano QAnon alle idee dei No-Vax.

Il complotto ha visto crescere in maniera esponenziale i suoi seguaci negli ultimi tempi. A ottobre 2018 una manifestazione a Washington ha radunato circa 200 persone. Malintenzionati, spesso armati, sono stati fermati mentre stavano per mettere in atto azioni per conto di QAnon. La teoria è arrivata anche su Twitter e su QDrops e in Italia su Facebook (13mila like), Twitter (3mila e 8mila follower), Youtube (24mila iscritti). A rilanciarla il sito web Scenari Economici e anche la parlamentare Sara Cunial, no-vax eletta con il Movimento 5 Stelle e poi passata al Gruppo Misto, ha citato alcune idee parte della teoria in un intervento in Parlamento.

Il caso è esploso nel Partito Repubblicano. Il Presidente Donald Trump ha fatto riferimento ai seguaci di QAnon come a dei patrioti. Il vicepresidente Mike Pence l’ha definita “una cosa che respingo senza nemmeno discutere”. L’establishment del partito è aspramente contrario a tutto il complotto e chiede al Presidente di prendere le distanze.