C’è una novità. Vi abbiamo già detto di aver scoperto che Travaglio e Formigli (Travigli e Formaglio, per essere precisi) sono la stessa persona, e fingono di essere due, solo per andare più spesso in Tv. Ora abbiamo saputo che in realtà – come del resto dicono anche le Scritture – non sono due persone in una, ma sono tre.

La terza persona – non so se lo Spirito Santo – è Marco Da Milano (Marco Dagliomigli, all’anagrafe). Dagliomigli si distingue però dagli altri due perché spessissimo sorride e alza poco la voce, mentre gli altri due hanno sorriso solo una volta nel 1964 (durante le Olimpiadi di Tokio, quando Eddy Ottoz vinse il bronzo sui 110).

Ora Dagliomigli ha fatto un nuovo scoop. Ha scoperto, da vero segugio, che Renzi ha curato un prodotto televisivo su Firenze (e lo ha anche condotto), andato in onda in Tv e del quale i giornali avevano parlato solo per un mesetto, all’epoca. Dagliomigli ha avuto l’informazione da una fonte sicura, che non può rivelare perché lui è uno dei pochi giornalisti con la schiena dritta.

Poi ha anche scoperto che Renzi è stato pagato per questo lavoro, mentre in genere, si sa, la gente che produce programmi televisivi, tipo Fazio, o Vespa, o Santoro o altri, lo fa gratis, solo a fin di bene. Renzi è stato pagato con soldi dello Stato? No, di un privato. Ha dato niente in cambio? No, niente. E lo scandalo dov’è? Beh, lo scandalo è che è Renzi.

Mamma mia, ragazzi, mi sa che era meglio Travigli!