Seguendo l’esempio di Lombardia e Piemonte, anche la Campania non riaprirà dopo Pasqua librerie e cartolibrerie, come previsto dal Dpcm del premier Conte sulla proroga del lockdown in Italia fino al 3 maggio.

Il governatore De Luca si accoda così ai colleghi Attilio Fontana e Alberto Cirio con l’ordinanza n.32 firmata oggi che prevede la sospensione del “commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, articoli di cartoleria e libri”, ad eccezione “di quello già esercitato nelle edicole, negli ipermercati e nei supermercati, nelle tabaccherie, nonché dalla grande distribuzione multimediale e via internet”. Piccolo spiraglio invece per il commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati, “consentito nelle mattinate del martedì e del venerdì con orario 8,00-14,00”, mentre nella settimana del 1° maggio, “l’apertura è consentita nelle mattinate del martedì e del giovedì” con gli stessi orari.

COVID-19: ORDINANZA N.32 🔴 #CORONAVIRUS: ho appena firmato l’ordinanza n. 32 del 12/4/2020, che contiene ulteriori…

Gepostet von Vincenzo De Luca am Sonntag, 12. April 2020

L’ordinanza del presidente della Regione Campania prevede anche la sospensione dell’attività dei cantieri edili fino al 3 maggio.