Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto scuola. Diventano così ufficiali le misure varate dal ministro dell’Istruzione Azzolina per rispondere alla crisi del coronavirus.

Gli esami di maturità si svolgeranno online con un’unica prova orale, più lunga e corposa rispetto al colloquio tradizionale, dovendo accorpare anche le tre prove scritte. All’esame saranno ammessi tutti gli studenti e la commissione per la valutazione sarà composta unicamente da professori interni.

Salta, invece, l’esame di terza media: al suo posto una tesina che sarà valutata insieme ai voti complessivi dell’anno scolastico dal collegio dei docenti.

Per tutti gli altri alunni di ogni ordine e grado, sarà assicurata l’ammissione all’anno successivo e sono previsti interventi di recupero rimandati al prossimo anno scolastico.