Sembra è ormai prossima la fine dell’estate. La prima settimana di settembre sarà infatti una prova di autunno, con piogge, temporali anche violenti e abbassamento delle temperature su tutta Italia. Una saccatura atlantica, scrive 3bmeteo, affonderà sul Mediterraneo centrale provocando un peggioramento delle temperature tra il week end e la settimana prossima.

L’alta pressione tenterà di riprendere posizione sul Mediterraneo ma la strada agli impulsi instabili o perturbati di origine nord atlantica sarebbe ormai spalancata. Una nuova fase di tempo instabile e a tratti perturbato si innescherà soprattutto al Nord, dove il clima potrà farsi autunnale. Non si esclude un ritorno della neve su quote medio-alte.

Fino a venerdì però le temperature andranno aumentando, superando facilmente la soglia dei 30 gradi. Il caldo sarà sopportabile per il basso tasso di umidità. Rovesci, temporali e nubifragi cominceranno proprio nel corso della giornata di venerdì, riporta ilmeteo.it. A essere colpiti soprattutto Alpi e Prealpi del Nordovest e del Trentino Alto Adige. Precipitazioni abbondanti si potrebbero spingere fino alle pianure di Piemonte, Lombardia e infine a tutto il nord, con Toscana e Lazio. Probabili intensi temporali e grandinate.

I venti di Scirocco e Libeccio si rafforzeranno nel weekend e mentre al Nord le temperature scenderanno al Sud si alzeranno ulteriormente, grazie ai venti meridionali, con probabili picchi fino a 40 gradi. Da lunedì 31 la saccatura atlantica si allungherà su tutta la penisola causando un crollo delle temperature anche di 10 gradi.