In America è il giorno in cui il Congresso deve certificare la vittoria di Joe Biden e proclamarlo Presidente degli Stati Uniti d’America. Ma Donald Trump continua a non accettare la sconfitta e accende gli animi dei suoi supporter dal palco di Washington dove si sono radunati: “I media non mostreranno la grandezza di questa folla, ci sono 300mila persone”.

“Salva l’America. Marcia”, questo lo slogan della manifestazione contro i presunti e mai dimostrati brogli elettorali di cui Trump accusa i dem. “Non ci arrenderemo, non concederemo mai la vittoria”, ha detto dal palco.

Con la vittoria del senatore Raphael Warnock in Georgia, e quella non ancora certificata dell’altro dem, Jon Ossoff, dei due seggi che consegnerebbero il controllo del Senato e del Congresso ai democratici, gli ultimi giorni di Trump alla Casa Bianca si fanno sempre più complicati. Il presidente uscente sta provando con ogni mezzo a ribaltare il risultato delle elezioni del 3 novembre. “Biden ha avuto 80 milioni di voti? Si, i voti dei computer”, ha continuato Trump contestando anche il ballottaggio in Georgia.

“Questi mascalzoni stanno solo giocando con il voto per il senatore David Perdue (un bravo ragazzo). Semplicemente non volevano ancora ancora annunciare. Hanno tutte le schede necessarie. Elezione truccata!”. Ha scritto su Twitter il presidente uscente degli Stati Uniti, Donald Trump, a proposito del ballottaggio per il seggio del Senato in Georgia, tra il repubblicano David Perdue e il democratico Jon Ossoff. Quest’ultimo ha rivendicato la vittoria, nonostante Associated Press non abbia ancora attribuito la vittoria. I media hanno invece già attribuito la vittoria al democratico Raphael Warnock, che ha sconfitto la candidata repubblicana Kelly Loeffler. Il post di Trump è stato, come molti altri, contrassegnato con l’etichetta di contenuto “contestato” a causa delle accuse infondate di brogli.

Le tenta tutte Trump, persino chiedendo al suo vice Pence di non ratificare la nomina di Biden. Ma Pence lo ha avvertito di non avere, in base alla legge, il potere di bloccare la certificazione congressuale dell’elezione di Biden.

“Il presidente Trump ha mancato di rispetto agli elettori americani, ha disonorato il sistema elettorale e l’ufficio della presidenza”. Lo ha dichiarato il senatore statunitense Mitt Romney, parlando ai giornalisti a Capitol Hill prima della sessione congiunta per confermare la vittoria al Collegio elettorale del democratico Joe Biden. “Sono fiducioso che procederemo come richiesto dalla Costituzione e diremo ai nostri sostenitori la verità, indipendentemente dal fatto che vogliano ascoltarla o meno”, ha detto Romney.

Redazione