La rabbia era tanta ed è tutta ricaduta sui medici a colpi di spintoni, minacce e insulti. L’ennesima violenza contro i medici dell’Ospedale Cardarelli di Napoli si è perpetrata la scorsa notte quando i sanitari hanno informato i parenti della morte della loro congiunta, una donna di 69 anni ricoverata in medicina d’urgenza.

Non ci hanno visto più e in otto si sono recati in ospedale. Hanno raggiunto il quarto piano del reparto aggirando i controlli delle guardie giurate e hanno iniziato ad insultare e spintonare i medici: ritenevano che non avessero fatto abbastanza per salvare la donna.

Uno degli 8 familiari ha anche danneggiato un dispositivo per il monitoraggio dei parametri vitali dei pazienti. Intervenuti i carabinieri del radiomobile di Napoli e della stazione Vomero, le 8 persone sono state identificate e denunciate per danneggiamento, minacce e interruzione di pubblico servizio.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.