Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha annunciato che le multe emesse nelle scorse settimane nelle zone da poco passate da ztl a pedonali verranno cancellate. Motivo? La trasformazione non sarebbe stata segnalata adeguatamente. E per la segnaletica, e per la comunicazione.

Il primo cittadino lo ha fatto sapere in un post su Facebook specificando che nessun errore è stato commesso dal Comune, “in quanto la procedura amministrativa è stata rispettata”. Per le multe erano state ipotizzate delle class action da parte dei cittadini. La questione riguarda soprattutto il centro storico del capoluogo campano.

“Ci siamo resi conto – ha scritto de Magistris – che la segnaletica non perfetta e la comunicazione non sempre efficace hanno contribuito ad indurre in errore, in buona fede, tantissime persone che hanno attraversato i varchi nella convinzione che non vi fosse area pedonale”.

“Dal momento che la pedonalizzazione, fortemente voluta, serve per migliorare la qualità della vita e rilanciare l’economia del territorio – ha continuato il sindaco – appare paradossale che diventi un costo, ingiusto, se pur legalmente corretto, nei confronti della popolazione. Mi sono dunque assunto la responsabilità di dare l’indirizzo politico ed amministrativo di annullare tutte le multe, comprensive dei costi già sostenuti”.

Secondo Repubblica Napoli i verbali elevati, da 95 euro, sarebbero già circa 170mila. La delibera di cancellazione dovrebbe essere approvata oggi in Giunta.

Redazione