E’ ricoverata in pericolo di vita la giovane ragazza di 22 anni spintonata in mare dopo un litigio avuto con un 24enne sugli scogli di via Nisida, nel quartiere Bagnoli a Napoli. L’episodio è avvenuto la notte scorsa con i militari che hanno arrestato il giovane incensurato, originario di Napoli, con l’accusa di tentato omicidio.

LA RICOSTRUZIONE – L’amica, una 22enne di Caserta, è stata spintonata in seguito a un’accesa discussione i cui motivi non sono stati ancora ricostruiti. Nella caduta la ragazza ha battuto la schiena sugli scogli ed è poi finita in mare probabilmente perdendo conoscenza e rischiando di annegare. A soccorrerla sono stati gli altri amici presenti che si sono tuffati in acqua e sono riusciti, non senza difficoltà, a riportarla sulla terra ferma.

I carabinieri, insieme a un equipaggio del 118, allertati dai presenti, avevano appena terminato un altro intervento poco distante e sono giunti in via Nisida dopo qualche minuto. I sanitari hanno assistito con un respiratore la ragazza che aveva bevuto tanta acqua.

La 22enne è ora ricoverata nel reparto di Rianimazione del Secondo Policlinico di Napoli: è in prognosi riservata e in pericolo di vita. Il 24enne è stato condotto nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.