Antonella Castelvedere viveva da tempo un rapporto difficile con il marito. A casa l’aria era tesa e lei avrebbe pensato più volte di tornare in Italia. È stata uccisa, accoltellata nella casa dove viveva in Inghilterra, nel borgo di Colchester, nell’Essex. Per l’omicidio è stato arrestato il marito, piantonato in ospedale perché a sua volta ferito. “Non si cerca nessun altro, si tratta di un delitto in ambito familiare”, aveva detto subito la polizia dell’Essex.

Si era laureata con il massimo dei voti a Milano. Era riuscita a esaudire il suo sogno di insegnare in Inghilterra. Era partita 25 anni fa da Bagnolo Mella, provincia di Brescia, ed era diventata docente senior in letteratura inglese, responsabile del corso di laurea magistrale alla prestigiosa Università di Suffolk. Con il marito, di origini turco-siriane, si erano sposati sette anni, avevano avuto Giulia, sei anni. Lui era professore di matematica. Si erano incontrati in università.

Mercoledì l’allarme dei vicini. La polizia è arrivata in Wickham Road e pare che il marito di Antonella si fosse barricato in casa. A nulla sono valsi i soccorsi dei sanitari che hanno trovato la donna in un lago di sangue. La donna era ancora viva ma è morta poco dopo. C’era in casa anche la bambina quando si è consumato l’omicidio, ma la piccola non avrebbe visto nulla. È stata portata in una casa famiglia. I parenti di lei vogliono portarla in Italia. Le ceneri della donna saranno portate a Bagnolo Mella.

“Mamma, non ti rendi conto di quali violenze, psicologiche e verbali, sono costretta a sopportare. Non ne posso più”, avrebbe confidato più volte la donna secondo quanto scrive Il Corriere della Sera. “Antonella stava pensando di andarsene, lasciarlo e tornare in Italia, ma desiderava il meglio per la sua bambina: mai l’avrebbe turbata. Era combattuta, forse anche nella speranza che la situazione potesse migliorare”, dice un’altra voce raccolta dal quotidiano.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.