Modifica coprifuoco, possibilità di cenare nei ristoranti al chiuso, l’apertura dei centri commerciali e la ripartenza delle fiere. Sono questi i temi caldi che affronterà lunedì 17 maggio la cabina di regia presieduta dal presidente del Consiglio Mario Draghi. L’incontro, atteso da oltre una settimana, potrebbe dare il via libera a nuovi allentamenti nelle restrizioni anti-covid.

Il raffreddamento considerevole della curva dei contagi, il calo costante dei ricoveri in ospedale e una campagna vaccinale che ha superato i 27 milioni di italiani che hanno ricevuto almeno la prima dose sono elementi da tenere in considerazione. Giovedì la maggioranza ha approvato in Senato un ordine del giorno per chiedere all’esecutivo di superare progressivamente il regime del coprifuoco e anche per velocizzare il rilascio del green pass, documento giudicato fondamentale per il rilancio del settore turistico. L’Aula di Montecitorio, lunedì, esaminerà il decreto Covid approvato nei giorni scorsi dal Senato, mentre per giovedì e’ atteso il via libera definitivo al dl Sostegni.

Nuovo Coprifuoco: l’annuncio il 21 maggio

Le decisioni che prenderà nei prossimi giorni la Cabina di regia dovrebbero essere ufficializzate in una conferenza stampa in programma venerdì 21 maggio per poi entrare in vigore entro lunedì 24 maggio. Si procederà con gradualità così come sottolineato dal coordinatore del Cts Franco Locatelli. “Non avere, al momento, segnali di allerta è incoraggiante anche nella prospettiva di nuove misure di apertura, quali per esempio il prolungamento del coprifuoco, che il governo si accinge ad adottare. Resta fondamentale il principio ispiratore della gradualità e progressività ricordato anche recentemente dal presidente Draghi” ha dichiarato in una intervista al Corriere della Sera.

Il coprifuoco passerà probabilmente dalle 22 alle 23 e non a mezzanotte ma a giugno potrebbero arrivare ulteriori novità con un ulteriore prolungamento o, ipotesi più remota, la totale abolizione del coprifuoco.

“La posizione di Forza Italia sul coprifuoco è chiara” precisa a Rai Parlamento Antonio Tajani, vicepresidente e coordinatore nazionale del partito di Silvio Berlusconi. “Grazie alla nuova campagna di vaccinazione e al coordinamento del generale Figliuolo, che ha messo a posto le cose dopo il disastro della precedente gestione del governo giallorosso, ora si può vivere con maggior tranquillità. Si può prolungare l’apertura di bar e ristoranti, noi chiediamo che si arrivi alle 23-24, poi da giugno via il coprifuoco. Bisogna cambiare il sistema di valutazione, passare dall’Rt al numero di ricoveri, terapie intensive e decessi”.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.