Non solo il prolungamento del coprifuoco, al vaglio del governo già a partire da questa settimana e con la concreta possibilità dell’entrata in funzione del nuovo orario (mezzanotte) a partire da lunedì 17 o 24, anche l’abolizione della mascherina all’aperto una volta che verrà toccata quota 30 milioni di vaccinati con almeno la prima dose. E’ quanto annuncia il sottosegretario del ministero alla Salute Pierpaolo Sileri nel corso del suo intervento a 24 Mattino su Radio 24.

Togliersi la mascherina all’aperto? Concordo con questa ipotesi quando saranno raggiunti i 30 milioni (la metà della popolazione target) con almeno una dose di vaccino, bisognerà aspettare tre settimane per avere una buona protezione, allora è chiaro che anche la mascherina all’aperto dove non c’è assembramento credo sia sensato mettersela in tasca e rimettersela in faccia quando c’è assembramento e rischio”. Al momento in Italia hanno ricevuto la prima dose circa 24 milioni di persone (al 10 maggio) e con questo passo tra fine del mese in corso e l’inizio di giugno quota 30 milioni è un traguardo, forniture permettendo, alla portata. Sulla quota di persone che ha deciso, per il momento, di non vaccinarsi, Sileri auspica una “campagna di informazione” sottolineando che con “la presenza di un Green Pass, che ti consente la mobilità, di muoverti, sarà un ulteriore stimolo alla vaccinazione”.

Il sottosegretario alla Salute ha ribadito che “serve ancora pazienza per 2-3 settimane, aspettare che si concludano le vaccinazioni di tutti gli over 80 e che si arrivi a 30 milioni di italiani coperti con almeno la prima dose di vaccino”. Poi si potrà parlare di zone bianche perché a “giugno anche noi saremo come la Gran Bretagna“. Quel che appare certo, stando sempre alle dichiarazioni di Sileri, e che “entro due settimane tutte le Regioni saranno in fascia gialla e il coprifuoco alle mezzanotte. E i ristoranti potranno lavorare anche al chiuso”.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.