“Capogruppo Lega a Lissone offende Liliana Segre con post antisemita, tanto da costringere il suo partito ad annunciare provvedimenti, ma il Tg2 lo definisce ‘ex leghista’. Gravissima disinformazione su un tg pubblico, come possono vertici Rai e Ordine Giornalisti non intervenire?” scrive su twitter il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, che pubblica il video di quanto andato in onda al Tg2 delle 13 in merito al post su Facebook del leghista Fabio Meroni.

Fabio Meroni, consigliere provinciale della Lega, è stato due volte sindaco di Lissone e parlamentare del Carroccio. Su Facebook l’attacco alla senatrice, deportata a 13 anni ad Auschwitz (75190 era il suo numero). Lui prima si difende e poi si scusa: ho sbagliato, spero di avere l’onore di conoscerla. Cecchetti, coordinatore lombardo del Carroccio chiedono subito provvedimenti.

Per chi “nega il Covid, per chi usa il nazismo, per chi fa quella mascherata di vestirsi da prigionieri dei lager c’è una sola parola: silenzio” ha ribadito Segre in questi ultimi giorni.

Intanto a Firenze è in pieno svolgimento il convegno politico ideato e lanciato dall’ex premier a partire dal 2010 che si svolge ogni anno in autunno: “La Leopolda e Matteo Renzi – twitta ancora Anzaldi – sono sulle prime pagine dei giornali ed al centro del dibattito politico, ma il Tg1 delle 13.30 liquida l’evento di Firenze in 5 secondi scarsi: questa è informazione pagata dal canone degli italiani? Dove sono giornalismo e deontologia professionale?”.

Redazione