Le Olimpiadi di Tokyo 2021 saranno la prova che il mondo ha sconfitto il coronavirus. Ne è convinto Tishihide Suga, il presidente del Giappone appena eletto dopo le dimissioni del predecessore Shinzo Abe a causa di problemi di salute. Suga ha parlato in occasione della 75esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite. E ha ribadito l’obiettivo del Paese del Sol Levante – e tra i primi del suo governo: ospitare e portare a termine i Giochi Olimpici.

La 75esima edizione sportiva era prevista questa estate ma la pandemia di coronavirus ne ha obbligato il rinvio. “L’estate del prossimo anno, il Giappone è determinato a ospitare le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo, come prova della vittoria dell’umanità sulla pandemia di coronavirus”, ha detto il premier in un videomessaggio, assicurando che continuerà a “non lesinare sforzi per accogliervi ai Giochi”, che saranno organizzati “in tutta sicurezza”. Gli sponsor nazionali hanno pagato la cifra record di 3,3 miliardi di dollari, almeno il doppio delle precedenti Olimpiadi, al comitato organizzatore locale.

Nelle scorse settimane in Comitato Olimpico Internazionale (Cio) e gli organizzatori della Capitale giapponese si sono detti fiduciosi affinché l’evento possa tenersi il prossimo anno, con o senza un vaccino disponibile. Secondo i dati della Johns Hopkins University sono stati 81.687 i casi di covid in Giappone dall’inizio dell’emergenza, 1.546 i morti.