E’ accusato di aver violentato la nipotina di 10 anni in pieno lockdown e mentre era ristretto agli arresti domiciliari. Una storia raccapricciante quella emersa dalle indagini condotte dalla IV sezione fasce deboli della Procura di Napoli e partita in seguito alla denuncia della madre della piccola avvenuta lo scorso 5 giugno.

L’uomo in questione, un 58enne di Pozzuoli (Napoli) già detenuto per altri motivi, è stato raggiunto nelle scorse ore da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del tribunale di Napoli ed eseguita dai carabinieri della stazione di Licola. Dovrà difendersi dall’accusa di violenza sessuale aggravata.

Secondo quanto ricostruito nelle indagini condotte dal sostituto procuratore Cristina Curatoli e coordinata dal procuratore aggiunto Raffaello Falcone, gli abusi sessuali sarebbero stati commessi nel periodo compreso tra gennaio e giugno 2020 dall’uomo, nonno della giovane vittima, che in quel periodo si trovava agli arresti domiciliari ed era ospitato dalla figlia.

 

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.