A inizio pandemia si pensava che il blocco totale, i divieti, le restrizioni o i consigli dati dai vari governi mondiali avessero una durata di due settimane o poco più. Le aziende hanno chiuso, gli studenti fuorisede sono tornati a casa, il turismo è diminuito, fino ad arrivare a un blocco totale del mondo che è durato molto di più di due settimane.
Nei giorni precedenti alla pandemia, molte compagnie aree avevano già deciso di diminuire i voli in previsione dei blocchi globali che stavano entrano in vigore. Tra i nomi delle varie compagnie, c’era anche Delta. Il 23 marzo 2020, il comandante di un aereo Delta, Chris Dennis ignaro del fatto che da quel giorno i voli sarebbero stati bloccati per 435 giorni, ma convinto della durata del blocco di 14 giorni, decide di lasciare un messaggio all’interno dell’aereo 3009 che aveva appena parcheggiato all’aeroporto di Victorville, nel deserto della California.
Dennis dopo aver sentito parlare di un blocco di due settimane decide di scrivere un messaggio per il futuro collega che sarebbe arrivato a Victorville per prendere l’aereo dal magazzino.
Ehi piloti, è il 23 marzo e siamo appena arrivati ​​da MSP (Minneapolis-St. Paul). È molto agghiacciante vedere così tanti nostri arei qui nel deserto. Se siete qui per prendere uno degli aerei allora vuol dire che la luce deve essere alla fine del tunnel“. Il messaggio prosegue e Dennis scrive “È incredibile quanto velocemente le cose sono cambiate. Ora, fai un volo sicuro e porta fuori dal magazzino l’aereo!“.
A causa della pandemia, la compagnia aerea di Dennis ha ridotto il 70% dei propri aerei. Ha parcheggiato più di 600 aerei e ha accelerato il ritiro degli aerei più vecchi. Il pilota che ha trovato il messaggio del suo collega all’interno dell’aereo l’ha comunicato alla compagnia e Delta che ha commentato le parole su Facebook descrivendo di come 57 parole scritte in un momento di incertezza hanno catturato a pieno i sentimenti che tutto il mondo stava provando. Inoltre, leggere a distanza di mesi le ultime parole scritte da Dennis hanno innescato un sentimento di ottimismo e di sollievo per la direzione nella quale si sta andando. Nel post di Facebook si legge la compagnia che annuncia che l’aereo di Dennis, il Delta 3009 è pronto per “riprendere i cieli“.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia