Aveva contratto il virus mesi fa. Anche se poi è guarita, adesso è tornata a risultare positiva al coronavirus. È successo a Pozzuoli, nel napoletano. Il caso della donna è stato riportato dal sindaco Vincenzo Figliola sulla sua pagina Facebook. Il primo cittadino ha confermato il dato dell’unità di crisi della Campania. In totale i casi nella regione, al 12 luglio, sono stati 4.772 i positivi, 246 gli attivi, 432 i decessi.

Una nostra concittadina è risultata positiva al test Covid-19. Me ne ha dato notizia l’ASL Napoli 2 Nord, informandomi che si tratta di una persona ripositivizzata: aveva già contratto il virus mesi fa, poi guarita, è ora nuovamente positiva”, ha postato il sindaco.

“Si sta completando il link epidemiologico della paziente. Ricordiamo di indossare la mascherina, evitare luoghi affollati e di rispettare tutte le norme igieniche. Sono 98 in tutto i cittadini puteolani che hanno contratto il coronavirus dall’inizio dell’epidemia.

– 3 persone sono attualmente contagiate

– 82 persone sono guarite definitivamente

– 13 persone sono decedute”

Già nei mesi scorsi diversi studi avevano messo in dubbio l’immunità data dall’infezione. “A questo punto della pandemia non ci sono abbastanza evidenze sull’efficacia dell’immunità data dagli anticorpi per garantire l’accuratezza di un ‘passaporto di immunità’ o un ‘certificato di libertà dal rischio”, aveva dichiarato a fine aprile l’Oms, Organizzazione mondiale della sanità. Seppur “molti degli studi hanno mostrato che le persone che sono guarite dall’infezione hanno gli anticorpi per il virus”, alcuni di questi “hanno livelli estremamente bassi di anticorpi neutralizzanti nel sangue”. Uno studio spagnolo ha frenato intanto l’ottimismo sull’immunità di gregge: soltanto il 5% della popolazione ha sviluppato gli anticorpi al covid-19.