Bernie Sanders conquista le primarie dem in New Hampshire. “E’ l’inizio della fine per Donald Trump”, ha dichiarato il senatore del Vermont che ha aggiunto: “Quello che abbiamo fatto insieme qui non è nulla di meno dell’inizio di una rivoluzione politica. Grazie per la vittoria di stasera, adesso vinceremo anche le prossime”. Solo due punti di vantaggio sul giovane ex sindaco si Sout Bend Pete Buttigieg che si è classificato secondo e terza, a sorpresa, la senatrice Amy Klobuchar, mentre la collega Elizabeth Warren è quarta e l’ex vicepresidente Joe Biden solo quinto. Si ritirano dalla corsa Bennet, Patrick e Yang. Infatti l’imprenditore Andrew Yang, candidato democratico alla Casa Bianca, ha ringraziato i sostenitori via Twitter, poco dopo la chiusura della maggioranza dei seggi delle primarie del New Hampshire. “Sono davvero orgoglioso si questa campagna. Grazie a tutti per averci portati fin qui”, ha scritto. “Sebbene migliaia di elettori abbiano appoggiato la nostra campagna questa notte, il risultato non è quello per cui abbiamo così duramente combattuto”, ha detto annunciando il ritiro della sua candidatura. Quando lo spoglio è in fase avanzata ma non completo, Sanders è quasi al 26%, Buttigieg sopra il 24 e Klobuchar intorno al 20%. Mentre Warren e Sanders arrivano lontani dalla soglia del 15%, rimanendo sotto i 10 punti percentuali.

Chi invece ha riconosciuto la sconfitta è stata la senatrice Elizabeth Warren che ha dichiarato: “Questa sera sono qui per dire grazie”, ha affermato rivolgendosi ai sostenitori e assicurando che la sua corsa va avanti. “Sono qui per fare grandi cose”, ha aggiunto, sottolineando come si sia votato per ora solo in due Stati Usa. Ma il primo vincitore delle primarie per la Casa Bianca in New Hampshire è stato Donald Trump, che ha trionfato in quelle repubblicane contro sfidanti ‘comparse’ che non rappresentavano alcun pericolo. Nel 2016 il tycoon incassò proprio qui il primo successo che lo catapultò nella corsa per la presidenza, dopo aver perso in Iowa. Il Presidente degli Stati Uniti ha commentato con un tweet: “Elizabeth Warren, alle volte chiamata Pocahontas, sta avendo davvero una brutta notte” non nascondendo di preferire come avversario Sanders piuttosto che l’indipendente Bloomberg.

I prossimi caucus vedranno affrontarsi i candidati democratici nel Nevada il prossimo 22 febbraio, seguito dalle primarie della Carolina del Sud il 29 febbraio. Un terzo dei delegati dem sarà assegnato al Super Tuesday del prossimo 3 marzo quando entrerà in gioco anche Michael Bloomberg, ex sindaco di New York balzato al terzo posto nei sondaggi nazionali a suon di spot milionari.