Controlli più serrati, un’attività repressiva più efficace e 300 nuovi militari. Il presidente della Campania Vincenzo De Luca chiede l’invio di altri militari per scongiurare il picco di contagi nella regione.

“Ho chiesto questa mattina al Prefetto di Napoli la predisposizione di un massiccio servizio di controllo da parte delle Forze di Polizie e Forze Armate in alcune realtà dove si registrano picchi di contagio“, scrive il governatore su Facebook che, ancora una volta, punta il dito contro l’irresponsabilità di coloro che non rispettano le direttive del governo e della Regione. “A Torre del Greco si è registrato un picco di 40 casi e una presenza irresponsabile e diffusa di persone nelle strade cittadine. Così a Casoria, Afragola e in strade centrali di Napoli. È necessario richiamare ogni cittadino a comportamenti responsabili. Ma è necessario, evidentemente un controllo più capillare e anche una attività repressiva”.

Un’attività di controllo sul territorio che serva da deterrente ma che richiede un numero di militari più alto, rispetto a quello oggi assegnato alla Campania. “A tale scopo  – conclude De Luca -ho formalizzato la richiesta di rafforzamento della presenza di Forze Armate in Campania, a supporto dell’attività di controllo già in essere. È stato chiesto pertanto l’invio urgente di altre 300 unità di appartenenti alle Forze Armate“.

L’ULTIMO BOLLETTINO -AGGIORNAMENTO DELL’UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIA

Il punto alle ore 23.59 di ieri con il focus dei positivi ripartiti per province:

Totale positivi: 2.456 
Totale tamponi: 17.404

Totale deceduti: 167
Totale guariti: 149 (di cui 57 completamente guariti e 92 clinicamente guariti)

Il riparto per provincia:

Provincia di Napoli: 1.279 (di cui 542 Napoli Città e 737 Napoli provincia)
Provincia di Salerno: 385
Provincia di Avellino: 290
Provincia di Caserta: 255
Provincia di Benevento: 85
Altri in fase di verifica Asl: 162