È finalmente arrivata la quadra nel centrodestra sui nomi dei candidati governatori alle prossime elezioni regionali previste a settembre. In una nota congiunta di Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, i leader del centrodestra spiegano di aver individuato “la squadra migliore per vincere le elezioni nelle Regioni che andranno al voto a settembre e, soprattutto, portare il buongoverno in quelle che oggi sono male amministrate dalla sinistra. I candidati del centrodestra saranno: Francesco Acquaroli per le Marche, Stefano Caldoro per la Campania, Susanna Ceccardi per la Toscana, Raffaele Fitto per la Puglia. Si aggiungeranno alla squadra dei governatori uscenti che, dopo eccellenti prove di governo, sono stati confermati: Giovanni Toti in Liguria e Luca Zaia in Veneto”.

“Il centrodestra – si legge ancora – esprimerà candidati unitari anche alle Comunali. L’accordo raggiunto, in un clima di grande collaborazione, prevede che la Lega indichi i candidati in alcune città del Centrosud fra cui Reggio Calabria, Andria, Chieti, Macerata, Matera, Nuoro, mentre Forza Italia e Fratelli d’Italia esprimeranno candidati in altre città al voto. I partiti si sono impegnati a prestare grande attenzione al momento della compilazione delle liste a tutti i livelli: saranno di qualità sotto ogni aspetto”.

La posizione di Fitto e Caldoro era quella più in bilico tra i candidati governatori. In entrambe le regioni meridionali era la Lega di Matteo Salvini ad aver espresso i dubbi più forti sulle candidature del centrodestra per tentare di strappare le due regioni al Pd, che governa in Puglia con Michele Emiliano e in Campania con Vincenzo De Luca.

“Ringrazio il Presidente Silvio Berlusconi e Forza Italia per avermi indicato e sostenuto dal primo momento. Ringrazio i leader della Lega e di Fratelli d’Italia, Matteo Salvini e Giorgia Meloni per la fiducia”. Così in una nota Stefano Caldoro, capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio regionale della Campania. “Ho scelto la mia terra per l’impegno politico ed istituzionale. Insieme, e lo dico a tutti i campani, facciamo ripartire la Campania con serietà e passione.” conclude