Non solo il caos all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, dove al momento (in attesa dell’esito degli oltre 400 tamponi eseguiti) sono almeno 35 le persone risultate positive al coronavirus dopo essere state contagiate presumibilmente da una paziente asintomatica nel reparto di medicina generale, l’Asl Napoli 2 nord in queste ore sta affrontando anche il caso di una Residenza Assistenziale Sanitaria presente a Ischia (Napoli) dove sono state contagiate cinque persone.

Si tratta della Rsa Villa Mercede di Serrara Fontana dove dall’inizio di aprile l’Asl ha effettuato 203 test rapidi tra il personale e gli ospiti presenti, molte dei quali provenienti, oltre che dall’isola verde, anche dai comuni napoletani di Cardito e Pozzuoli.

“Tuttavia, per avere un dato maggiormente preciso, questa settimana si è dato il via allo screening con il tampone per tutti i pazienti ed il personale delle strutture” specifica l’azienda sanitaria napoletana in una nota. Intanto un’equipe dell’ospedale Rizzoli sta valutando lo stato di salute dei cinque pazienti risultati positivi, mentre gli epidemiologi dell’ASL stanno effettuando l’indagine per risalire all’origine del contagio.

OSPEDALE FOCOLAIO – Intanto sale a 35 il bilancio delle persone contagiate al Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli: si tratta di 23 sanitari e 12 pazienti. A inizio aprile una paziente è stata ricoverata nel reparto di medicina generale del nosocomio flegreo dopo che un primo esame a test rapido per coronavirus aveva dato esito negativo. Dopo il suo trasferimento all’ospedale del Mare di Napoli, sottoposta a tampone, è risultata positiva. Da quel momento sono scattati i controlli al personale sanitario e la chiusura del reparto di medicina generale, di chirurgia e sospeso l’accesso al pronto soccorso mediante 118.

Intanto il Direttore Sanitario dell’ASL Napoli 2 Nord, la dottoressa Monica Vanni è da ieri al lavoro a Pozzuoli per affiancare la Direzione Sanitaria dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie. Tale misura è stata adottata per garantire in tempi rapidi la gestione dei controlli sanitari in corso sul personale, permettere la sanificazione dei reparti e garantire al meglio e nella massima sicurezza la totale riapertura del Pronto Soccorso.

Al fine di verificare l’efficacia delle procedure messe in atto, la Direzione dell’ASL Napoli 2 Nord sta nominando una Commissione di esperti terzi all’Azienda. Tale organismo vedrà la presenza tra gli altri del dott. Alessandro Perrella, infettivologo del Cotugno, impegnato nel team regionale della Protezione Civile per la gestione del COVID19.

Oggi, mercoledì 15 aprile, nell’ambito del complesso del Santa Maria delle Grazie, è stato consegnato un nuovo reparto di degenza COVID, collocato in un edificio autonomo da quello principale. La nuova struttura, realizzata in tre settimane, è dotata di 11 posti letto, di cui 4 di terapia subintensiva