Sferrato un duro colpo al clan dei Casamonica. La polizia di Stato, su richiesta della Dda, sta eseguendo misure cautelari per associazione di stampo mafioso, estorsione, usura e intestazione fittizia di beni. Maxi sequestro antimafia di beni ai fini della confisca per 20 milioni di euro, su proposta del procuratore della repubblica, Michele Prestipino Giarritta, e del questore di Roma, Carmine Esposito.

Dalle prime ore di questa mattina, più di 150 uomini della polizia di Stato del Servizio centrale operativo, della Squadra mobile di Roma e del commissariato ‘Romanina’ hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa di misure cautelari personali e reali emessa dal gip di Roma, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia locale, nei confronti di presunti appartenenti al clan Casamonica.

Contestualmente all’esecuzione delle ordinanze, è stata data esecuzione al decreto di sequestro di beni ai fini della confisca emesso dal Tribunale di Roma – sezione delle Misure di prevenzione per un valore di circa 20 milioni di euro.