“Vi lancio l’arma più potente, vi perdono!”. La deputata no vax, ex grillina ora al gruppo Misto, Sara Cunial, ora può riaccedere al palazzo e ai lavori dell’Assemblea della Camera anche se solo dalle tribune grazie alla sospensiva dell’obbligo del Green Pass in attesa della decisione finale del Consiglio di giurisdizione in programma giovedì, è intervenuta in Aula per ‘perdonare’ i colleghi deputati per le “discriminazioni” subite.

L’intervento, richiesto sull’ordine dei lavori, viene però subito interrotto dalla presidente di turno, Maria Edera Spadoni, che spiega: “Mi scusi onorevole, ma il suo intervento non è sull’ordine dei lavori”. La deputata non demorde: “Per un mese mi avete nominata anche se io non ero presente e chiedo di poter rispondere per un minuto alle accuse che mi sono state rivolte: io vi perdono anche se mi state discriminando, come state facendo con tutti gli altri cittadini”.

Quindi viene tolto l’audio a Cunial, che si trova, come da disposizioni stabilite dal Collegio dei Questori, nelle postazioni situate nelle tribune riservate ai deputati e allestite per far fronte all’emergenza Covid. “Non mi aspetto buone notizie, ma in ogni caso farò appello – ha detto all’Ansa – Intanto sono qui. Oggi partecipo alle votazioni”,

Redazione