Non ce l’ha fatta Raffaele Cipro. È morto dopo mesi di agonia il 20enne di Aversa che era rimasto gravemente ferito in un incidente lo scorso maggio. Il tragico schianto in via San Girolamo ad Aversa, in provincia di Caserta. Cipro viaggiava a bordo della sua moto. La notizia è stata data da testate locali.

Le condizioni del giovane erano apparse da subito molto gravi. Cipro era stato trasportato d’urgenza all’Ospedale Moscati di Aversa. E da lì era stato trasferito all’Ospedale del Mare di Napoli. Il 20enne era stato sottoposto a un delicatissimo intervento volto a ridurre il trauma cranico che aveva riportato in seguito allo schianto.

Cipro era stato quindi ricoverato nel reparto di Terapia intensiva. La notizia della sua morte ha sconvolto la comunità e ha generato numerosissimi messaggi di cordoglio per la scomparsa tragica e prematura del 20enne nonostante sei mesi di cure e di lotta per la vita.

Centinaia i messaggi dunque, tra i quali anche quelli dell’associazione di devoti della Madonna dell’Arco, frequentata dal padre del 20enne. “Un ragazzo a testa alta, un ragazzo brillante e pieno di coraggio, non ho più il coraggio di scrivere altro, ti porterò sempre nel mio cuore”, uno dei tanti post che si legge sui social network in memora del 20enne.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.