Un 2021 che riparte con uno sciame sismico. È stato il risveglio del 2 gennaio per i cittadini residenti nell’area vesuviana: tre scosse di terremoto sono state registrate dai sismografi dell’Osservatorio Vesuviano a partire dalle ore 10 di questa mattina.

Tre lievi scosse ma che, data la poca profondità, sono state chiaramente avvertite dalla popolazione tra Napoli e Pozzuoli. La più forte è stata registrata alle 10:18 ad una profondità di un chilometro con una magnitudo di 1.7 gradi, mentre le prime due poco dopo le dieci ma di intensità minore, di poco superiore a un grado della scala Ritcher. 

Le tre scosse, seppur lievi, sono state avvertite chiaramente dalla popolazione, in particolare dai cittadini di Pozzuoli, ma non si segnalano danni a cose o persone. Da Capodanno sono già dieci le scosse registrate dall’Osservatorio Vesuviano nei Campi Flegrei.

 

 

Redazione