Numero verde della regione Campania preso d’assalto per la prenotazione dei test antigenici per l’effettuazione di screening su base volontaria, al personale docente e non docente, ai bambini fino a sei anni e ai genitori/conviventi (ed eventuali altri figli) della scuola dell’infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni) e delle prime classi della scuola primaria.

Dopo l’ordinanza regionale numero 90 del 15 novembre scorso, che prevede la ripartenza della prima classe della scuola primaria e degli asili fissata a partire da martedì 23 novembre, sono numerose le segnalazioni dei cittadini che da questa mattina hanno provato invano a telefonare al numero verde 800 814 818 attivo dalle 7.30 alle 19.30 per effettuare la prenotazione. “Risulta sempre occupato” è la segnalazione di diversi cittadini. Oppure il messaggio che in tanti hanno ascoltato è il seguente: “A causa dell’intenso traffico le linee sono momentaneamente indisponibili, ci scusiamo per il disagio”.

Sulla vicenda è intervenuta l’Unità di Crisi regionale che in una nota ha chiarito che “lo screening viene effettuato con test antigenici. Non si tratta quindi di tamponi molecolari; Il test è gratuito, completamente a carico del Servizio sanitario regionale; E’ volontario, ed è riservato esclusivamente agli alunni fino a 6 anni, ai genitori/conviventi ed eventuali altri figli, oltre che al personale scolastico docente e non docente.

Sono circa 210mila bambini in tutta la Campania, tra i 154mia della materna e i 57mila della prima classe della primaria.

Al momento della prenotazione sarà necessario fornire i propri dati anagrafici (comprensivi di cellulare ed e-mail), oltre all’istituto scolastico di appartenenza, e fornire il proprio consenso al trattamento dei dati personali.

L’operatore telefonico comunicherà in tempo reale al cittadino, anche a mezzo mail, la data, l’orario e il luogo dove recarsi per effettuare il tampone antigenico, unitamente ad un numero di prenotazione da comunicare agli addetti della ASL.