Serena Rossi è appena tornata al cinema nel Diabolik dei Manetti Bros. L’attrice, cantante e conduttrice televisiva interpreta Elisabeth Gay, prima moglie del ladro e genio del crimine creato dalle sorelle Angela e Luciana Giussani. “Quando mi hanno chiamato i Manetti erano un po’ titubanti perché non mi stavano offrendo un ruolo da protagonista. Scusate, ho detto, ma come vi è venuto in mente che potessi fare Eva Kant? Miriam Leone è perfetta”, ha detto Rossi in un’intervista a Il Corriere della Sera nella quale si è lungamente raccontata.

È nata il 31 agosto di 36 anni fa a Napoli. L’esordio a teatro a 16 anni nel musical C’era una volta … Scugnizzi di Claudio Mattone ed Enrico Vaime. L’anno dopo il debutto a Un Posto al Sole. È la protagonista della fiction Rai Mina Settembre, di grande successo, ispirata ai romanzi di Maurizio De Giovanni. Sul set di Un Posto al Sole ha conosciuto il compagno Davide Devenuto, 49 anni, attore, con il quale ha avuto il figlio Diego, cinque anni.

La madre, insegnante, era stata una delle prime speaker delle radio private di Napoli. La sorella Ilaria è nel casting, è stata la sua controfigura in Ammore e malavita e anche in Mina Settembre. “Mio nonno materno era paroliere di Merola, quello paterno suonava l’organetto”. Il ruolo che più le è rimasto dentro è quello di Mia Martini, nel biopic realizzato dalla Rai. Rossi è stata madrina dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia.

Era diventato virale sui social network il siparietto con quest’ultima, che la salutava con distacco. “Ho sbagliato tempo. Le avrò detto tre parole, poi è arrivato Ben Affleck e lei mi ha messo da parte. Ci sta. Quando si sono baciati, mi sono voltata perché mi imbarazzava guardarli”. Sarà nello show speciale di Roberto Bolle su Rai 1 di Capodanno, Balla con me. “Può scrivere che lo amo Rappresenta tutto quello che vorrei insegnare a mio figlio: garbo, gentilezza, eleganza. Dimostra che si può arrivare lontano restando fedeli ai propri valori”.

Il suo legame con Napoli, spiegato tramite le scomparse di Diego Armando Maradona e Pino Daniele: “Quando è morto Maradona ero a Roma e non ho potuto partecipare al lutto collettivo della mia città. così la domenica dopo mi sono alzata, ho preparato il ragù in suo onore e ho appeso la foto. Certe cose le puoi capire solo se sei di Napoli. Come per Pino Daniele”. Quando a morire fu il cantante l’attrice era “in barca a vela ai Caraibi per Capodanno. Allora ho fatto mettere allo skipper Napule è a palla, in mezzo al mare”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.