Il Presidente della Regione Lazio (e segretario del Partito Democratico) firma l’appello per il vaccino per il coronavirus come bene comune e incassa il plauso di Sharon Stone. Proprio così: l’attrice statunitense si è complimentata in una stories Instagram per l’annuncio e l’impegno della Regione Lazio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Grande notizia!!! – ha scritto Stone sul suo post Instagram – Il nuovo vaccino italiano sarà dichiarato bene comune. Il governatore di Roma (del Lazio, ndr) Nicola Zingaretti, che ha firmato l’appello #VaccineCommonGood con il premio Nobel Muhammad Yunus e 153 altri leader mondiale, lo ha appena dichiarato alla stampa italiana in occasione del via alla fase sperimentale del covid-19 del vaccino prodotto in Italia e finanziato dalla Regione Lazio. Grazie Italia!”

Al messaggio dell’attrice è seguita la conferma dello stesso Zingaretti: “Sono contento di questo messaggio che abbiamo ricevuto da Sharon Stone. Confermo: siamo parte della grande alleanza internazionale che vuole il vaccino anti Covid bene comune!” Stone ha vissuto da vicino il dramma del coronavirus in quanto la sorella Kelly Stone è risultata positiva. “È colpa di uno di voi” aveva scritto su Instagram l’attrice accusando le persone che non usano la mascherina e incitando a usare il dispositivo. Kelly Stone è anche affetta da lupus, una malattia autoimmune e quindi particolarmente soggetta ad infezioni. Sharon Stone ha lanciato messaggi di solidarietà e appoggio, in particolare alla Croce Rossa Italiana, nelle fase più dure dell’emergenza.

Ieri è stata annunciata la sperimentazione sull’uomo sui 90 volontari del vaccino sviluppato dall’Istituto Spallanzani con l’azienda bio-tecnologica italiana Reithera e finanziato dalla Regione Lazio con un investimento da 5 milioni di euro insieme al ministero della Ricerca. Il primo volontario è stato una donna di circa 50 anni. Il Lazio è ancora la Regione con il numero più alto di contagi, 143.