È stato recuperato il corpo della ragazzina di 12 anni scomparsa stamattina a Vieste, sul Gargano. La tragedia, in provincia di Foggia, si è consumata in nemmeno mezza giornata. Un tuffo, la scomparsa, l’allarme, le ricerche, il ritrovamento. Il cadavere della bambina è stato rinvenuto in località San Francesco, poco distante dall’isolotto del Faro. A dare la triste notizia il sindaco del comune nel foggiano, Giuseppe Nobile.

La bambina era scomparsa stamattina. Stando alle ricostruzioni si era tuffata intorno alle 10:30 con due cugini di 8 e 10 anni in località Marina Piccola. Secondo l’Ansa avrebbero voluto raggiungere a nuoto il faro poco distante. Il mare però era agitato. I due bambini di 8 e 10 anni sarebbero stati aiutati da un turista a bordo di un gommone e sono stati trasportati per accertamenti all’Ospedale Casa Sollievo di San Giovanni Rotondo. Le loro condizioni non sono gravi.

La ragazzina di 12 anni invece è scomparsa tra le onde. A cercarla da stamattina le squadra della Guardia Costiera di Vieste e i Carabinieri. Il corpo della 12enne è stato recuperato dagli uomini della Capitaneria di Porto di Vieste. Era sugli scogli. Sarebbe morta per annegamento. In corso le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.