Il divario tra Lega e Fratelli d’Italia si assottiglia sempre più: alle elezioni Europee di due anni fa tra i due partiti la differenza era di 28 punti, oggi è poco più di 5. Ma tra gli elettori di destra italiani i due leader, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, si equivalgono. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio Ipsos per il DiMartedì, che ha chiesto a un campione di aventi diritto al voto un giudizio sui leader politici italiani.

Meloni batte il segretario del Carroccio nell’indagine allargata, 28% contro 23%, mentre riferendosi soltanto a chi si dichiara elettore di centrodestra entrambi raggiungono il 47%. A sinistra invece il preferito è l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con il 53% dell’indice di gradimento, davanti al segretario del Partito democratico Enrico Letta, fermo al 40%. L’ex avvocato del popolo è anche il preferito in assoluto, al 39% dei consensi, seguito da Meloni, Salvini e Letta (che è al 22% nell’indagine generale).

È un pareggio, quello tra i due leader di destra, che denota una maggiore capacità attrattiva di Meloni, capace di catturare anche i consensi di quanti non hanno gradito il sostegno di Lega e Forza Italia a Draghi. Il sondaggio mette in evidenza anche un altro risultato a prima vista sorprendente. Alla domanda su chi preferirebbero al governo dopo Draghi, gli italiani rispondono la coppia Conte-Letta (40 per cento) rispetto al duo Salvini-Meloni (35 per cento). L’accoppiata di destra resta ferma rispetto alla rilevazione di due settimane fa, mentre il sodalizio giallorosso ha guadagnato un punto percentuale.

Napoletano, Giornalista praticante, nato nel ’95. Ha collaborato con Fanpage e Avvenire. Laureato in lingue, parla molto bene in inglese e molto male in tedesco. Un master in giornalismo alla Lumsa di Roma. Ex arbitro di calcio. Ossessionato dall'ordine. Appassionato in ordine sparso di politica, Lego, arte, calcio e Simpson.