“Pensavo fosse un cinghiale“. Questa la giustificazione fornita da un uomo ai carabinieri dopo il ferimento con un colpi di fucile della moglie, 64 anni, raggiunta da un proiettile alla spalla mentre si trovava nell’orto della sua abitazione.

E’ quanto successo domenica sera a Giungatelle, frazione del comune di Montecorice nel Cilento (Salerno). L’uomo, un 70enne, sarebbe stato tradito dall’oscurità e ha esploso un colpo di fucile perché – ha raccontato- pensava si trattasse di un cinghiale entrato nell’orto della sua abitazione.

Per fortuna la donna non è in gravi condizioni. E’ stata prontamente soccorsa e trasportata all’ospedale di Vallo della Lucania. I carabinieri della compagnia di Agropoli, agli ordini del capitano Fabiola Garello, hanno appurato che l’arma dalla quale e’ partito il colpo era detenuta legalmente.

 

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.