Luca e Giovanna, Pluggy e JoJo, stavano insieme da 26 anni, avevano vissuto anche in Canada e condividevano una passione viscerale e assoluta: le moto, le Harley Davidson. E sono in tanti a ricordarli in queste ore, a scrivere messaggi accorati sui social per una “storia di altri tempi”, una tragedia insopportabile. Lei, morta in ospedale dopo un malore improvviso e fatale. Lui, che non ha retto alla perdita e a poche ore dal funerale della moglie si è tolto la vita. È una storia straziante quella che arriva da Quinto di Treviso.

Luca Simionato aveva 54 anni e gestiva il negozio “Shop74″, attività molto nota perché legata al marchio Harley Davidson. Passione che era diventata un lavoro. Con la moglie erano molto conosciuti in zona nell’ambiente dei biker. Giovanna Vanin aveva 55 anni e la chiamavano “Jo Jo”. Era nata in Canda da genitori emigrati. Con il marito era tornata in Italia nel 2012. Era stata colpita da un malore improvviso venerdì scorso: la coppia era uscita in motocicletta fino a Marano Lagunare, in provincia di Udine. Al ritorno a casa un malore improvviso. Per quattro giorni è stata in coma all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso dov’è morta per un arresto cardiaco seguito da un edema cerebrale.

Lui stesso aveva dato la notizia della tragedia dal profilo Facebook della moglie. “Domenica alle 19.00 circa ho avuto un arresto cardiaco, causa un edema al cervello oggi alle 9.30 circa mi sono spenta. Vi lascio un mio ultimo sorriso”. Niente e nessuno è riuscito a consolare il marito. Troppo dolore, troppo grande il peso per quella perdita. L’allarme ieri pomeriggio: poco dopo le 13:30 l’arrivo di medico e infermieri del Suem presso la stazione di Zero Branco. Il corpo dell’uomo, ormai privo di vita, era stato trovato dagli operai in un cantiere edile poco distante da casa e a 24 ore dai funerali di Giovanna.

L’ultima persona con la quale Luca avrebbe parlato sarebbe stato il parroco di Quinto di Treviso che avrebbe celebrato le esequie. Ieri mattina era anche passato a ringraziare gli uffici del comune per la vicinanza e la disponibilità mostrata in vista del funerale. Al funerale della donna, scrive La Tribuna di Treviso, oggi alle 15:00 romberanno le moto del popolo delle Harley. Simionato ha lasciato un biglietto in cui ha spiegato le ragioni del suo gesto. “Se un giorno JoJo fosse mancata, lui sapeva già cosa fare”, aveva confidato tempo fa a un amico come riporta Il Gazzettino.

La comunità di Quinto è sconvolta. Cordoglio espresso anche dalla sindaca Stefania Sartori. Centinaia i post sui social a ricordo della coppia. “Sembra una storia di altri tempi, invece è realtà”, si legge in uno dei tanti post. “È venuto a mancare anche Luca Simionato non sopportando il dolore per la perdita della sua amata Giovanna Vanin … ha deciso di raggiungerla … Per correre ancora assieme con le loro amate Harley … Quando guarderò il cielo vi vedrò sempre assieme sorridenti … buon viaggio”. Dopo i funerali, si ipotizza una cerimonia di tumulazione in comune per la coppia.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.