Svolta inattesa nelle indagini sull’omicidio di Alessandra Zorzin, la parrucchiera 21enne trovata morta verso le 13 nella sua abitazione di Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza. Questa sera, intorno alle 20:30, è stato trovato morto l’uomo ritenuto il principale indiziato dell’efferato omicidio.

Il 38enne padovano Marco Turrin, residente a Vigodarzene, guardia giurata, si è ucciso sparandosi con la pistola che aveva utilizzato per commettere il delitto.

Alessandra Zorzin, sposata e con una figlia di due anni, fortunatamente all’asilo al momento del delitto, è stata trovata senza vita dal marito. Il corpo era a letto riverso in una pozza di sangue. Il marito sarebbe stato avvertito dai vicini che avevano sentito uno sparo.

Alcuni testimoni avevano visto un uomo scappare dall’abitazione e poi fuggire a bordo di una Lancia Ypsilon nera. 

Le indagini dei carabinieri si erano immediatamente concentrate su Turrin. Erano infatti partite ricerche in tutta la provincia, dove era stato più volte segnalato il suo passaggio senza però che le pattuglie riuscissero ad intercettarlo. 

La svolta è avvenuta in serata, quando la sua vettura è stata rilevata nella zona di Creazzo da due pattuglie dei Carabinieri e della Polizia di Stato. Vistosi in trappola il 38enne guardia giurata si è sparato all’interno dell’autovettura. Inutili i soccorsi e i tentativi di rianimazione del personale sanitario: Turrin è morto poco dopo.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.