La campagna elettorale per le presidenziali del prossimo 3 novembre negli Stati Uniti entra nel vivo. Stasera si terrà il primo duello in tv tra il presidente in carica Donald Trump e lo sfidante democratico Joe Biden. Pronti e via alle 21:30 locali, le 3:00 italiane, alla Case Western Reserve University di Cleveland, in Ohio. Era il 1960, sessant’anni fa, quando andava in onda il primo faccia a faccia televisivo tra i candidati John Fitzgerald Kennedy e Richard Nixon.

LA LOCATION – A moderare il dibattito il conduttore di Fox News Chris Wallace. Inizialmente avrebbe dovuto tenersi alla University of Notre Dame, nell’Indiana. Causa pandemia è stato spostato a Cleveland. Sarà ammesso un pubblico limitato e distanziato tra 80 e 90 persone. Trump e Biden saranno sul palco contemporaneamente, posizionati a distanza anche loro. Tra i due non ci saranno strette di mano.

I TEMI – Il dibattito durerà 90 minuti, senza interruzioni pubblicitarie. A ogni argomento – sei in tutto, scelti da Wallace – saranno dedicati 15 minuti. Non è previsto un fact-checking in tempo reale. I due si affronteranno sulle loro esperienze passate, sulla pandemia di coronavirus, sull’economia, sulla questione razziale e le violente proteste esplose negli ultimi mesi e sulla correttezza delle elezioni.

Due gli argomenti che hanno infiammato gli ultimi giorni di confronto a distanza. Primo: la Corte Suprema, dopo che Trump ha nominato l’ultraconservatrice e anti-abortista Amy Coney Barrett per il seggio vacante per via della morte di Ruth Bader Ginsburg; il Presidente spinge affinché la sua nomina venga ratificata dal Senato prima delle elezioni in maniera da portare i conservatori in netta maggioranza (6 a 3). Secondo: lo scoop del New York Times secondo il quale Trump non avrebbe versato tasse federali per almeno 10 anni prima di entrare alla Casa Bianca e di aver pagato solo 750 dollari nel 2016, anno delle sue elezioni. Il Presidente ha bollato l’inchiesta come “fake news”.

ANTI-DOPING- Il tycoon ha ribadito che “l’addormentato” Joe Biden dovrebbe essere sottoposto a un test anti-doping. “La sua performance durante i dibattiti è stata senza pari come mai prima, per usare un eufemismo. Solo la droga potrebbe aver causato queste discrepanze?”

I SONDAGGI – Secondo l’ultimo sondaggio Washington Post/Abc Biden è in vantaggio di 10 punti con il 53% sul 43% di Trump. Ad agosto lo scarto era del 12%. Un’altra rilevazione del Siena College per il New York Times vedeva l’ex vicepresidente avanti con il 49% al 41%. Per RealClearPolitics il vantaggio di Biden è di sette punti. Pur essendo in vantaggio ovunque, lo scarto si accorcia negli Stati più combattuti come Florida, Pennsylvania, Michigan, Wisconsin, North Carolina e Arizona. Tuttavia anche alle presidenziali del 2016 era partito in svantaggio contro Hillary Clinton, salvo ribaltare infine il risultato finale.

Il prossimo dibattito si terrà il 15 ottobre all’Adrienne Arsht Center for the Perfoming Arts di Miami e l’ultimo il 22 ottobre alla Belmont University di Nashville, in Tennessee. L’unico faccia a faccia tra i candidati vice Mike Pence e Kamala Harris si terrà il 7 ottobre alla University of Utah di Salt Lake City.