Giornata storica per Venezia. Le barriere del Mose (MO. S.E.: modulo sperimentale elettromeccanico), il sistema di paratoie messo a punto per proteggere la città della laguna dall’Alta Marea, si sono alzate per la prima volta. All’asciutto la Basilica di San Marco.

Scende il livello di marea fuori dalla laguna di Venezia, e il Mose chiuso continua a far registrare in città una massima di 70 centimetri. Secondo i dati pubblicati dall’ufficio maree del Comune di Venezia, alla punta del Lido à stato registrato un picco massimo di 132 cm alle ore 11:30. Da allora il livello ha cominciato a decrescere. Alla punta della salute, considerata da sempre il mediomare, i mareografi hanno proseguito a segnalare livelli intorno ai 70 centimetri, che si mantengono costanti.

Foto Claudio Furlan – LaPresse

BASILICA ASCIUTTA – “La Basilica è asciutta, asciutta. È la prima volta ed è un dato importantissimo”, ha detto all’ANSA il Primo Procuratore di San Marco a Venezia, Carlo Alberto Tesserin. “Abbiamo azionato – ha aggiunto – le pompe per evitare le infiltrazioni che arrivano da sotto nel nartece, e hanno funzionato in sicurezza. A 90 centimetri di marea avremmo dovuto affrontare l’acqua che arriva dalla piazza, ma non è arrivata perché esclusa dal Mose”, ha concluso.

GIORNATA STORICA – “Piazza San Marco ha una piccola pozzanghera contro i 30-40 centimetri di acqua alta che avremmo inevitabilmente avuto. Una situazione direi positiva, spero si continui così e si riesca ancor di più a potenziare il sistema con una messa in sicurezza generale e totale di Venezia”. È il commento del Presidente del Veneto Luca Zaia sulla messa in funzione del Mose, a margine dell’assemblea generale di Confindustria Vicenza. “Oggi à una giornata storica perché siamo davanti ad una opera per la quale abbiamo atteso veramente decenni – aggiunge – e oggi abbiamo avuto la certezza che funziona. Si tratta di un’opera che è costata molto dal punto di vista finanziario e non solo. Almeno la rassicurazione che questo serva a Venezia”.

IL TEST – “Ci spiace che altre parti d’Italia siano flagellate dal maltempo, consoliamoci con Venezia, visto che in mare siamo arrivati a 129 centimetri e in città a 73”: cosi’ il Provveditore alle opere pubbliche del Triveneto Cinzia Zincone, commenta all’ANSA la performance delle paratoie del Mose, entrate in funzione oggi. “Il test è andato bene – aggiunge – stiamo raccogliendo tutti i dati, maggiori rispetto al previsto, per la messa a punto del sistema”.