“È stato un missile iraniano ad abbattere l’aereo ucraino precipitato nell’area della capitale iraniana Teheran”, afferma il magazine Newsweek facendo riferimento alle informazioni fornite da una fonte del Pentagono, da una fonte dell’intelligence americana e da un membro dell’intelligence irachena. L’aereo sarebbe stato colpito da un missile Tor-M1 di fabbricazione russa. La fonte del Pentagono e quella dell’intelligence statunitense, in particolare, ritengono che l’abbattimento sia avvenuto per errore poco dopo il lancio di missili contro le basi americane in Iraq. Anche fonti citate dal Washington Post “con molta sicurezza” ritengono affidabile la ricostruzione secondo la quale a provocare il disastro aereo sia stato un missile lanciato per errore dagli iraniani. Teheran però smentisce. Il capo dell’autorità iraniana per l’aviazione civile ha escluso che l’aereo sia stato abbattuto da un missile, dicendo che è «scientificamente impossibile». Dal canto suo il team di investigatori ucraini ipotizza che il velivolo sia stato abbattuto da un missile, probabilmente americano. “Questa è una delle ipotesi”, spiega sul suo profilo Facebook Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell’Ucraina. Trump fa sapere però che gli Stati Uniti non hanno alcuna responsabilità nello schianto, demolendo ogni sospetto: “Qualcuno dall’altra parte (in quella iraniana) potrebbe aver commesso un errore”.

Anche il premier canadese Justin Trudeau si è espresso sulla vicenda dichiarando che le prove indicano che un missile iraniano ha abbattuto l’aereo ucraino precipitato vicino a Teheran, “potrebbe esser stato non intenzionale”. Trudeaud ha sottolineato che ciò risulta all’intelligence canadese e alleata. In precedenza funzionari statunitensi hanno definito “altamente probabile” che un missile antiaereo iraniano abbia abbattuto il velivolo, uccidendo tutte le 176 persone a bordo. Hanno anch’essi ipotizzato che potrebbe essersi trattato di un errore. Almeno 63 canadesi erano a bordo dell’aereo.

L‘Iran dal canto suo ha respinto le accuse arrivate dai Paesi occidentali, tra cui il Canada, secondo cui l’aereo ucraino che si è schiantato fuori da Teheran sarebbe stato abbattuto da un attacco missilistico iraniano e ha chiesto agli Stati Uniti e al Canada di condividere tutte le informazioni in loro possesso. Ali Abedzadeh, capo del dipartimento dell’aviazione nazionale del Paese, ha negato le accuse durante una conferenza stampa a Teheran.