Agguato a Ponticelli, periferia est di Napoli, dove nella tarda mattinata di oggi, intorno alle 12.45, due pregiudicati sono stati feriti a colpi d’arma da fuoco da un commando entrato in azione in a bordo di uno scooter. L’episodio è avvenuto in via delle Villa Romana, nei pressi della sede del Giudice di Pace e a pochi passi dal Lotto Zero.

I due feriti, Marco Cozzolino, 30enne residente a Napoli, e Andrea Attanasio, 35enne residente a San Giorgio a Cremano, sono stati trasportati d’urgenza al vicino pronto soccorso dell’ospedale del Mare. Cozzolino ha riportato la frattura della tibia, Attanasio è stato raggiunto da un proiettile che è entrato dall’addome e fuoriuscito dalla schiena non lesionando organi vitali. Entrambi sono ricoverati in prognosi riservata ma non in pericolo di vita.

Sulla vicenda sono in corso le indagini della Squadra Mobile di Napoli, guidata dal primo dirigente Alfredo Fabbrocini. Sul luogo dell’agguato, dopo una prima segnalazione dei carabinieri, i poliziotti della Scientifica hanno ritrovato cinque bossoli e una ogiva che si è andata a conficcare nel parabrezza di un’auto parcheggiata in zona.

Secondo una prima ricostruzione, si tratterebbe di un vero e proprio agguato di camorra. I killer hanno provato a uccidere Attanasio senza però centrare il bersaglio. Quest’ultimo è un volto noto della criminalità organizzata napoletana: è ritenuto dagli investigatori organico al clan Troia, operante proprio a San Giorgio a Cremano, e vicino alla potente cosca dei Mazzarella.

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.