Mercoledì 26 maggio occhi rivolti al cielo perché ci sarà la cosiddetta “Superluna di sangue“. Nella notte tra 25 e 26 maggio si verifica il momento dell’anno nel quale la Luna sarà più vicina alla Terra. Si troverà infatti a “soli” 357.462 chilometri di distanza. Inoltre la Superluna sarà “di sangue” perché oltre a trovarsi vicino alla Terra ci sarà anche un’eclissi totale che donerà al satellite un colore rosso. La tonalità dipende dalla quantità di polvere terrestre che c’è nell’atmosfera che blocca le onde di luce blu a frequenza più alta ma allo stesso tempo permette alla lunghezza d’onda della luce rossa di brillare.

L’eclissi totale sarà visibile solo in Australia, Sudamerica, Nord America e Asia. Il fenomeno misterioso e allo stesso tempo affascinante avviene quando la Terra si trova esattamente tra la Luna e il Sole e in quel esatto momento la Terra fa da “ombra” alla Luna.

Il fenomeno viene chiamato comunemente Superluna appunto perché la Luna si trova nella fase di plenilunio e nello stesso tempo è nel punto più vicino alla Terra ovvero il perigeo. Il satellite quindi sembrerà più grande del 10-12 per cento e di conseguenza la sua luminosità sarà maggiore.

La parola Superluna venne coniata nel 1979 dall’astrologo Richard Nolle ma il termine scientifico è “perigeo-syzygy“. Il primo termine indica il periodo in cui la Luna si trova più vicina alla Terra, il termine “sygyzy” viene invece usato per indicare l’allineamento di tre corpi celesti appartenenti a un medesimo sistema gravitazionale.  L’evento è famoso anche con il nome “Luna dei fiori”: con questo appellativo soprattutto in America si indica la Luna piena di maggio, cole indicato dalla tribù degli Algonchini.

Con gli appositi attrezzi utilizzati per osservare l’universo, come ad esempio un binocolo o un telescopio, si potranno vedere anche i crateri del satellite. Per tutti gli appassionati, sul sito Virtual Telescope verrà trasmessa in diretta streaming il momento esatto dell’eclissi lunare. In Italia la diretta inizierà alle 12 di mercoledì 26 maggio e alle 19 invece ci sarà il momento della Superluna.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia