Un nuovo gioco violento spaventa Torpignattara, il quartiere a est di Roma. Qualcuno ha ribattezzato la follia adolescenziale “Bangla game” perché le vittime sono spesso persone di origini bengalesi. Si tratta di un gioco violento, in cui un gruppo di adolescenti, tra i 16 e i 18 anni, si aggira per il quartiere minacciando i malcapitati.

Diverse segnalazioni raccontano di come il branco prenda di mira, in strada o dentro gli esercizi commerciali, i cittadini di origine bengalese contro cui vengono lanciati anche petardi. Solo quando intervengono i passanti o i residenti del quartiere, i bulli si danno alla fuga.

Stando ai racconti di residenti e commercianti, come riporta Repubblica, i giovani agiscono sempre in gruppo. Finora non sono state presentate denunce ai carabinieri e polizia, dal momento che nessuno è rimasto ferito. Ma potrebbe presto accadere.

Repubblica riporta la testimonianza di un ragazzo, Gianluca, che è intervenuto quando ha visto un ragazzo del Bangladesh accerchiato da un gruppo di adolescenti che lo ha prima insultato e poi gli ha lanciato contro diversi petardi.

La vittima, racconta la testimonianza, “era spaventato, non sapeva come difendersi”. Gianluca ha quindi deciso di andare in aiuto al ragazzo e di farlo salire nella sua macchina: “Era spaventatissimo. Mi ha raccontato che era un autista di Ncc, l’ho accompagnato alla sua auto che era parcheggiata in via Casilina, mi ha detto che aveva i documenti in regola, che avrebbe denunciato”.

E c’è ancora un altro episodio, questa volta all’interno di un negozio. Un gruppo di giovanissimi è entrato in un minimarket, all’angolo con via di Torpignattara, e ha iniziato a insultare il proprietario dell’esercizio commerciale, un signore bengalese, scaraventando a terra tutta la merce esposta sugli scaffali. Poi gli adolescenti hanno lanciato i petardi dentro al negozio. Il trambusto e le urla hanno allertato i passanti e i vicini, che sono intervenuti per soccorrere il negoziante. I ragazzi si sono subito dati alla fuga.

Domenica scorsa, un simile episodio, Come si legge sul gruppo Facebook del quartiere, in un esercizio commerciale in via Ciro da Urbino, verso le 18.30, una commerciante è stata aggredita nel suo negozio da un gruppo di adolescenti, almeno una decina.

Anche in questa occasione, i giovani hanno lanciato petardi nel negozio che sono finiti anche sui piedi della signora: nel trambusto, sono entrati nel negozio hanno rubato qualche prodotto in vendita e poi si sono dati alla fuga. Sembra che l’esercente sia stata già vittima di questi atti di bullismo.

Le segnalazioni dei casi di questo tipo sulle chat di quartiere si moltiplicano. E monta la paura.

Redazione