Un bambino nato all’ospedale Beauregard di Aosta è risultato positivo al coronavirus. Lo ha appreso l’Ansa. Il parto è avvenuto la scorsa settimana, nella notte tra giovedì e venerdì. La madre, residente nella cintura di Aosta, anche lei positiva, ha partorito con 38 di febbre. Il risultato del tampone è arrivato il giorno dopo la nascita.

Il bambino risultato positivo al tampone, scrive Aostasera.it, è nato pretermine e risulta asintomatico. Verrà tenuto in osservazione, in isolamento con la madre, per 15 giorni. Un’altra donna positiva ha partorito nei giorni scorsi al Beauregard, il bambino in quel caso non è risultato contagiato dal Covid-19. Entrambe le donne erano asintomatiche e hanno scoperto di essere positive al momento del parto.

L’ospedale ha riorganizzato i reparti di ostetricia e pediatria. E dalla scorsa settimana, il reparto di Ostetricia e Ginecologia, aveva avviato un protocollo che prevedeva dei tamponi alla trentottesima-trentanovesima settimana di gestazione. La procedura prevede un ulteriore test al momento del parto.

“Si tratta di un’azione volta a garantire il massimo livello di sicurezza per le nostre assistite – ha spiegato in una nota il dottor Livio Leo, direttore della Sc Ostetricia e Ginecologia – Questa procedura, con doppio tampone (il secondo lo facciamo al ricovero, al momento del travaglio e dell’induzione al parto), applicata, forse, per la prima volta in Italia, ci permette di poter fare entrare in sala parto, con le dovute attenzioni e con le opportune protezioni, anche i papà eventualmente ‘asintomatici’, che potranno così assistere al parto al fianco della mamma e accedere anche al reparto, seppur con alcune limitazioni e salvo, naturalmente, che non vi siano controindicazioni”.

La Valle d’Aosta ha fatto registrare al 20 aprile 1.088 casi totali di contagiati, 548 quelli attivi, 127 i decessi.