Il presidente del Brasile Jai Bolsonaro soffre sintomi del coronavirus. Lo ha dichiarato lo stesso presidente, a Cnn Brasil. Bolsonaro è tra i leader mondiali più criticati per la gestione della pandemia coronavirus. Ha negato la gravità del contagio, l’aveva definita un’ “influenzetta”, ha organizzato raduni politici, si è mosso in luoghi pubblici, tra la gente, senza osservare le regole del distanziamento totale. Tutto questo in un Paese che rappresenta il focolaio principale in Sudamerica. La situazione è fuori controllo: ospedali al collasso, fosse comuni, comunità indigene falcidiate dal contagio e fuori dai radar delle statistiche e dei soccorsi. Il Brasile è secondo al mondo per contagi e morti: 1.623.284 positivi, 65.487 decessi. E la curva non accenna ad appiattirsi.

Bolsonaro, 65enne, ha dichiarato di avere 38 di febbre e una saturazione di ossigeno nel sangue pari al 96%. Ha fatto sapere che sta prendendo l’idrossiclorochina: il farmaco anti-malarico ha trovato grandi estimatori in Francia e negli Stati Uniti con il presidente Donald Trump che continua a rilanciarne l’uso. Anche se gli effetti del farmaco, secondo alcuni studi, sono particolarmente dannosi per la salute. Il risultato del test al quale Bolsonaro è stato sottoposto dovrebbe essere reso noto nelle prossime ore. Partiti i controlli sulle persone entrate a stretto contatto con il presidente. Bolsonaro ha ottenuto la cancellazione della sentenza che lo incitava a indossare la mascherina in pubblico; nel frattempo diversi stati osservano l’obbligatorietà di utilizzare il dispositivo. A causa dei sintomi, la sua agenda per il resto della settimana è stata annullata.