Aprono in Campania a partire da oggi gli stabilimenti balneari, nel rispetto di un protocollo di sicurezza che prevede almeno 10 metri quadrati per ombrellone e 1,5 metri minimi tra sdraio e lettini, salvo che per gli appartenenti allo stesso nucleo familiare. È quanto stabilisce un’ordinanza firmata dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca.

Questo video spiega le modalità di riapertura delle attività di balneazione in Campania, a partire dalle disposizioni…

Gepostet von Vincenzo De Luca am Freitag, 22. Mai 2020

Oltre al distanziamento, i lidi dovranno assicurare il rispetto di numeroso misure di prevenzione. Per le cabine, va vietato l’uso comune ad eccezione dei membri dello stesso nucleo familiare o conviventi mentre per i servizi di bar e ristorazione si raccomanda l’attivazione di un servizio di delivery su ordinazione, con consegna dei cibi e bevande all’ombrellone. Sono consentiti gli sport individuali che si svolgono in spiaggia o in acqua mentre sono vietati  giochi di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti (balli, happy hours, aree giochi ed eventi).

Previsto anche l’accesso alle spiagge libere ma da parte dei Comuni dovranno essere previste norme per limitare e controllare gli accessi.

L’ordinanza dispone anche la ripresa delle attività di noleggio di biciclette, scooter, risciò, monopattini elettrici e l’attività nautica su mezzi privati, anche da parte di soggetti non appartenenti al nucleo familiare, ma utilizzo dei posti, in questo caso, deve essere ridotto in del 25% rispetto.

Da lunedì prossimo, poi, riapriranno anche degli zoo regionali: Zoo di Napoli e Zoo delle Maitine, sempre a condizione del rispetto dei protocolli di sicurezza.