“No, quella dei Casamonica non è mafia”. Il giudizio è di Fabrizio Baldacelli, candidato dem in corsa per il Municipio V della Capitale, che contraddice l’ultima sentenza sul clan Casamonica del Tribunale di Roma. E gli è costato caro. Il Pd ha deciso di scaricarlo. Sebbene il Partito democratico non possa intervenire direttamente sulle liste elettorali, ha diffidato ufficialmente il candidato consigliere dal fare campagna elettorale con il simbolo dei dem.

Un intervento mirato ad per evitare imbarazzi e scossoni proprio durante la campagna elettorale per le amministrative, che vede Roberto Gualtieri candidato sindaco del centrosinistra. Ma soprattutto, la decisione è stata fulminea a seguito di uno scambio di messaggi su Facebook tra Federica Angeli, giornalista antimafia e ora delegata alle Periferie della sindaca Virginia Raggi, e l’aspirante consigliere. I post di Baldacelli, pubblici e accessibili a tutti, commentavano proprio l’ultima sentenza sul clan Casamonica. “Hai combattuto contro una banda di delinquenti e assassini, ma non credo sia mafia“, attacca il candidato consigliere. “Quindi i magistrati sono pazzi?“, replica la cronista. Chiude così l’ormai ex dem: “Assolutamente no, semplicemente credo che la mafia sia altro, è qualcosa di simile ma secondo me quella di Roma e di Ostia non è mafia“.

Il botta e risposta non è sfuggito al Nazareno. I vertici del Pd hanno così deciso: “La sentenza è chiara, gli esponenti del clan dei Casamonica sono stati condannati per associazione a delinquere di stampo mafioso. La mafia a Roma esiste e il Partito democratico è sempre stato in prima linea per estirpare l’erba velenosa insediata nella città e ha sempre sostenuto la lotta per legalità. Prendiamo nettamente le distanze dalle affermazioni del candidato Baldacelli che hanno scatenato la discussione e una serie di attacchi a tutto il Pd. Le sue affermazioni sono incompatibili con il pensiero del Pd e lo consideriamo fuori dalla lista municipale. Noi staremo sempre al fianco di chi le mafie le combatte. La mafia esiste a Roma, la sentenza è chiara“.

Baldacelli ha accettato il colpo. L’ormai ex candidato dem ha rimosso dai social foto con i simboli del Nazareno.

Redazione