La notizia della morte di David Sassoli, il presidente dell’Europarlamento, ha colpito il mondo della politica e dell’opinione pubblica e ha sconvolto la moglie e i suoi due figli. Sassoli, morto all’età di 65 anni dopo un lungo ricovero dovuto a complicazioni legate al sistema immunitario, lascia sua moglie Alessandra Vittorini, conosciuta tra i banchi di scuola del liceo Virgilio di Roma, e i suoi due figli Livia e Giulio. La vita familiare e personale dell’ex giornalista della Rai è stata gelosamente tenuta lontana dai riflettori della televisione e dalla stampa.

Chi è Alessandra Vittorini

Abruzzese, classe 1957, Alessandra Vittorini è un’affermata architetta ed è figlia dell’urbanista Marcello Vittorini, scomparso nel 2011. Professionista con un curriculum rispettoso, nel 2015 è passata al vertice della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio de L’Aquila. Come Soprintendente, è anche Responsabile del coordinamento dell’intervento di restauro e ricostruzione della Basilica di Collemaggio, insignito del Premio europeo “European Heritage Award 2020”, unico in Italia nella categoria “conservazione”.

Vittorini ha conseguito il Dottorato di ricerca in Pianificazione territoriale e urbana e nel 1983, ha ottenuto l’abilitazione professionale per iscriversi poi, nel 1985, all’Ordine degli Architetti di Roma. Negli anni ha perfezionato i suoi studi alla Scuola di specializzazione in Restauro dei monumenti, comparendo in diverse pubblicazioni che riguardano il suo settore professionale. Conosce perfettamente la lingua inglese e francese.

Attualmente vive a Bruxelles, dove si è trasferita insieme a tutta la sua famiglia dopo un lungo periodo a Roma per seguire Sassoli quando ha assunto l’incarico di presidente del Parlamento Europeo.

I figli Livia e Giulio

L’ex presidente dell’Europarlamento ha vissuto le ultime settimane di malattia circondato dall’amore dei suoi due figli, Livia e Giulio. Ed è proprio a loro che ha pensato Roberta Metsola, vicepresidente del Parlamento Europeo. Il Parlamento, ha dichiarato, “si unisce ad Alessandra, Giulio e Livia nel lutto. Tutti i miei pensieri sono con loro”.

Redazione