Ventitremila vaccini anti-covid somministrati in 10 mesi “senza fermarsi mai”. Numeri da record per Antonella Spica, medico del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Bari, che la Regione Puglia ha ringraziato pubblicamente sui social: “Un esempio della dedizione con cui la Puglia intera sta affrontando ogni fase della pandemia da Covid-19, senza lasciare indietro nessuno/a.”

Ma lei non vuole prendersi il merito di tutto, ha dichiarato a Repubblica: “Questo è un lavoro di squadra, sia ben chiaro” ha sottolineato. “E non smetterò di ringraziare il direttore del dipartimento Domenico Lagravinese per la fiducia che ha avuto in me.

Un impegno costante

La dottoressa Spica, 58 anni, non si è mai tirata indietro. In questi 21 mesi ha eseguito tamponi a tappeto nelle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA), e ha vaccinato migliaia di persone nelle stesse strutture residenziali, semi-residenziali, il CARA di Bari, nei centri di assistenza e cura per le persone con disabilità.  Ha somministrato il vaccino anche gli over 80, agli afghani arrivati in Italia e ai più fragili a domicilio. In una giornata, con l’unità Mobile, ha raggiunto la cifra di 550 vaccinazioni. 

Una roccia che rappresenta la Puglia che amiamo di più. Quella che di fronte all’emergenza risponde ogni giorno ‘Presente’. Immensa gratitudine. Grazie dottoressa” si legge ancora sul post pubblicato sulla pagina Facebook della Regione.

Antonella Spica, in passato direttrice di una Rsa nel barese, è sempre stata in prima linea da quando il Covid è arrivato nella sua Regione. Ora il suo impegno ora continua con la terza dose: “Non c’è un motivo per non vaccinarsi, è l’unico mezzo che abbiamo per poterci difendere da questo virus che sappiamo tutti a cosa può portare” ha dichiarato.

Un successo per l’area metropolitana confermato anche dal direttore generale dell’Azienda sanitaria, Antonio Sanguedolce: “È un risultato straordinario difficile da raggiungere in città così grandi come Bari. I cittadini hanno dato ulteriore prova di estrema fiducia nella vaccinazione che resta l’unica arma efficace capace di proteggere dal Covid.”

Secondo gli ultimi dati, aggiornati al 4 novembre, la campagna di vaccinazione della Asl di Bari ha finora raggiunto quasi due milioni di somministrazioni, di cui 31.078 terze dosi. La copertura vaccinale dei residenti over 12 è del 91% per la prima dose e all’88% per il ciclo completo.

Roberta Davi