“Era solo una battuta”, ha detto Chris Rock ma Will Smith non l’aveva presa bene, evidentemente. Si è beccato uno schiaffo violentissimo, in diretta in tutto il mondo, durante la notte degli Oscar. Perché? Per una sua battuta sui capelli di Jada Pinkett, moglie di Smith, che soffre di alopecia. “Jada, ti voglio bene. Soldato Jane 2, non vedo l’ora di vederlo!”, aveva detto facendo riferimento a un ipotetico sequel di Soldato Jane (G.I. Jane, il titolo in inglese), film del 1997 in cui una soldatessa interpretata da Demi Moore tagliava i suoi capelli rasati a zero. A quanto risulta al momento Rock non avrebbe denunciato Smith.

Classe 1965, figlio dell’insegnante e assistente sociale Rosalie Tingman e del camionista e fattorino Julius, il cabarettista e attore è nato a Andrews, nello stato della Carolina del Nord. Ha due fratelli, Tony e Kenny, anche loro nel mondo dell’intrattenimento. Charles, un altro fratello, è invece morto nel 2006 a causa dei suoi problemi di alcolismo. È cresciuto a Brooklyn, New York, dove la famiglia si trasferì poco dopo la sua nascita. Ha sempre sostenuto di essere stato molto influenzato dallo stile del nonno paterno, predicatore, Allen Rock.

Rock ha cominciato facendo cabaret al Catch a Rising Star di New York e con piccoli ruoli per il cinema, per esempio nel film I’m Gonna Git You Sucka e per la serie tv Miami Vice. Determinante per la sua carriera fu l’attore Eddie Murphy, che quasi lo scoprì in una discoteca. Rock ebbe un ruolo in Beverly Hills Cop II e tra i due nacque un rapporto di amicizia.

È diventato nel 1990 membro del cast della popolare trasmissione televisiva Saturday Night Live. Ha pubblicato nel 1991 il suo primo disco di monologhi live, Born Suspect, che ha riscosso un ottimo successo. Ha interpretato parti nei film New Jack City e Mai dire ninja. È stato il detective Lee Butter in Arma Letale 4. La fortunata serie Tutti odiano Chris, in cui raccontava la sua vita in chiave comica ha avuto un notevole riscontro di pubblico e di critica. È anche doppiatore e, prima della Notte di ieri, aveva condotto le premiazioni del 2005 e del 2016.

Smith durante il suo discorso dopo aver ricevuto il premio Oscar al miglior attore – per la sua interpretazione in Una famiglia vincente – King Richard, in cui veste i panni del padre delle campionesse del tennis Venus e Serena Williams – ha chiesto scusa per il gesto e citato il collega Denzel Washington che era andato a consolarlo dopo quello schiaffo: “Nel tuo momento più alto fai attenzione: è allora che il diavolo arriva”. Al momento non risulta che Rock abbia sporto denuncia. “Se, in futuro, le persone coinvolte desiderassero un report investigativo sull’episodio, saremmo disponibili a realizzarlo”, si legge in una nota delle forze dell’ordine citata da Reuters. L’Academy tramite il suo account Twitter ha fatto sapere di non tollerare “la violenza in nessuna forma”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.