Dopo il gesto di protesta di Corrado Augias di restituire la Legion d’Onore a Macron in segno di protesta, anche altri italiani stanno seguendo il suo esempio. Sergio Cofferati, ex leader della Cgil e ex sindaco di Bologna, Luciana Castellina, scrittrice e l’ex ministra Giovanna Melandri hanno deciso di riconsegnare il riconoscimento. Il gruppo di intellettuali ha preso questa decisione dopo aver saputo che il 7 dicembre il governo francese ha attribuito l’onoreficenza anche al presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi.

Erano quelli i giorni in cui la Procura di Roma ha reso noto il fascicolo che prova il coinvolgimento di quattro agenti dei servizi segreti egiziani nell’uccisione di Giulio Regeni. “Per il mio modo di intendere il mondo non è dato che possa ritrovarmi in compagnia di Al Sisi”, ha detto a Tpi Sergio Cofferati che ha deciso ieri di rinunciare alla sua Legion d’onore ricevuta nel 2001.
“Mi è stata consegnata per il mio lavoro nella difesa dei diritti dei bambini e contro lo sfruttamento dei minori”, spiega l’ex leader Cgil che conosce la famiglia di Giulio Regeni e ha portato avanti la loro battaglia quando era eurodeputato. “Il tema della mia Legion d’onore erano i diritti universali che ora vedo calpestati dalla scelta di Macron”. “L’Europa deve muoversi unita con il governo egiziano — aggiunge Sergio Cofferati — ma anche l’Italia deve fare la sua parte, ritirando al più presto l’ambasciatore al Cairo”.

Anche Castellina ha fatto sentire la sua voce e ha scritto all’ambasciatore Masset: “Sento, a fronte di quanto accaduto, il dovere politico e morale di rinunciare, con rammarico, al titolo di ufficiale delle Arti e delle Lettere della Repubblica Francese“, ha scritto nella lettera. La Legion d’Onore viene attribuita dai ministri della cultura a persone che si sono distinte per le loro creazioni in ambito artistico e letterario. Tra gli italiani che l’hanno ricevuta ci sono anche Paolo Conte, Ludovico Einaudi, Nanni Moretti, Claudio Santamaria e Stefano Accorsi.

“Grazie a Sergio Cofferati e a Luciana Castellina che insieme a Giovanna Melandri hanno deciso di seguire il gesto di Corrado Augias, rinunciando alle onorificenze ricevute dallo Stato francese, in segno di protesta per la Legion D’Onore al dittatore Al Sisi”. Lo scrive su Twitter il portavoce nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni. “Mi auguro davvero che ora anche altri esponenti politici e delle Istituzioni li seguano – conclude l’esponente di Leu – e facciano anch’essi un gesto di dignita’ e coerenza”.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.