L’Italia tutta Rossa e Arancione attende le decisioni del ministero della Salute. Domani la consueta conferenza stampa del venerdì e il rapporto settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) sull’andamento della pandemia in Italia. A seguire l’ordinanza del ministro Roberto Speranza che disporrà il passaggio nella Fascia più o meno restrittiva. Al momento l’Italia è a maggioranza Arancione. Rosse soltanto Campania, Puglia, Sardegna e Valle d’Aosta. Oggi alle 15:00 il confronto tra Regioni e governo sulle riaperture a partire da maggio.

In ogni caso la mappa non sarà stravolta. A sperare nella Zona Arancione sono soprattutto la Campania e la Puglia. Balla anche la Sicilia. La Campania ha un indice Rt sotto la soglia di 1,25 e anche l’incidenza settimanale dovrebbe essere sotto il livello di rischio dei 250 casi per 100mila abitanti. “Nel fine settimana al 90% saremo fuori dalla Zona Rossa”, ha commentato nei giorni scorsi il Presidente Vincenzo De Luca. Resta comunque alto però il numero dei nuovi contagiati dall’ultimo bollettino: 2.212. Il tasso di positività è del 10,44%, altissimo. Si allenta intanto la pressione sugli ospedali: i posti occupati in terapia intensiva sono 127 (6 in meno) e quelli in degenza 1.585 (7 in meno).

Spera di passare in Arancione anche la Puglia, come sostenuto dall’epidemiologo e assessore alla Sanità Pierluigi Lopalco che nei giorni scorsi aveva detto: “Aspettiamo di vedere l’incidenza, ma l’andamento è quello. L’Rt p quasi a 1”. Negli ultimi giorni si è registrato tuttavia un nuovo aumento dei contagi, mentre negli ospedali il numero di pazienti Covid resta sopra i 2.000. Cresce la pressione sulle terapie intensive. Il 14 aprile si è registrato il picco di pazienti da inizio pandemia: 270, con 29 nuovi ingressi. Decideranno i dati.

Come decideranno per la Sicilia, che rischia invece di passare in Zona Rossa. Il governatore Nello Musumeci ieri ha firmato una nuova ordinanza che introduce quattro nuove Zone Rosse e proroga le otto già istituite in precedenza. Dall’ultimo bollettino sono emersi 1.542 nuovi positivi su 29.503 tamponi processati, con un’incidenza del 5,2%, decisamente più alta della media nazionale al 4,8%. Il Presidente della Regione, con il collega Christian Solinas della Sardegna, nelle settimane scorse aveva proposto di vaccinare le isole, in vista dell’estate, per sostenere il settore economico e turistico. Anche con il vaccino Sputnik. Un appello raccolto con favore dal segretario della Lega e senatore Matteo Salvini.

Fino al 30 aprile il decreto del governo non ha previsto Zone Gialle. Ieri in Italia sono stati registrati 16.618 nuovi casi di covid-19 rispetto a 334.766 tamponi, 469 i decessi. Il governo intanto è alle prese con la discussione sulle ripartenze. A maggio, i primi a ripartire, potrebbero essere i ristoranti a pranzo, poi i luoghi dello spettacolo e quindi palestre e piscine dalla metà del mese. Le riaperture, tutte accompagnate da restrizioni, e soltanto nelle Regioni con dati da Fascia Gialla, si baseranno sulle valutazioni dell’andamento della curva epidemiologica dal 20 al 26 aprile e sull’andamento della campagna vaccinale.

LE REGOLE – Dalla Zona Rossa a quella Arancione resta in vigore il divieto di spostamento tra le Regioni. Si può uscire dalla propria con l’autocertificazione per lavoro, salute o motivi di urgenza. Consentito muoversi per assistere una persona non autosufficiente e andare nelle seconde case se affittata o comprata da prima del 14 gennaio. Consentito in Arancione lo spostamento verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, nello spazio di tempo dalle 5:00 alle 22:00, massimo due persone esclusi under 14. In Zona Rossa vietato uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute e urgenza.

A sperare più di tutti sono le categorie che stanno soffrendo per la crisi scaturita dalla pandemia. In Arancione sono aperti tutti i negozi. Aperti barbieri e centri estetici – a differenza della Zona Rossa dove sono aperti i negozi che vendono prodotti essenziali.  I centri commerciali sono operativi dal lunedì al venerdì, chiusi nel fine settimana. In Zona Rossa e Arancione chiusi musei e mostre, bar e ristoranti. Tutte le restrizioni del decreto qui.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.